Traghetto/Ferry

I traghetti sono una delle manovre più comuni eseguite sul fiume. È la manovra che ci permette di attraversare un fiume o una linea di vortice senza che la canoa canadese scivoli troppo a valle, con partenza ed arrivo in una zona di acqua ferma (morta).
Quando si traghetta, la punta della canoa canadese è rivolta verso monte e rimane a monte da riva a riva o da vortice a vortice.
Affinché i traghetti funzionino, la canoa canadese deve essere posizionata con un giusto angolo di incidenza rispetto alla corrente. La corrente colpendo il lato a monte della canoa crea una forza laterale che la spinge nella direzione voluta.
Un angolo troppo chiuso tra la canoa e la corrente significa che stiamo pagaiando dritto controcorrente, quindi non riusciremo ad entrare nel fiume. Un angolo troppo aperto farà ruotare la punta della canoa verso valle.
Il posto più semplice per imparare a traghettare è sull’acqua veloce senza ostacoli o in un semplice treno di onde che finisce in una morta. Idealmente ci sono due vortici definiti su entrambi i lati del fiume tra i quali si può traghettare avanti e indietro.
Il traghetto lo possiamo dividere in tre momenti:

  • La prima è una entrata in corrente senza far ruotare la canoa.
  • La seconda è la traversata del fiume.
  • La terza è una entrata in morta.

La parte più complicata del traghetto è lasciare la morta di partenza. Dobbiamo uscire con una certa velocità e angolo di incidenza, valutare la velocità e l’angolo è questione di esperienza. L’angolo di partenza non sarà uguale per tutto il tragitto, quindi l’angolo del traghetto dovrà cambiare mentre si attraversa il fiume in base alla direzione della corrente.
Non dimentichiamo di alzare il fianco verso monte, così daremo “pancia” alla corrente e di guardare il punto di arrivo. Se riusciamo a mantenere un angolo corretto la nostra canoa canadese attraverserà il fiume senza quasi pagaiare.
In prossimità del punto di arrivo, apriamo l’angolo per dare più fianco alla corrente che ci spingerà nella morta, dobbiamo invertire il fianco per dare “pancia” ad una eventuale controcorrente.
I traghetti vengono fatti anche quando percorriamo un fiume in discesa.

Un semplice schizzo di un traghetto.

Le righe rosse sono le pagaie e le nere la direzione della corrente.
La pagaia del prodiere tende a tirare leggermente la punta verso monte facendo anche una propulsione, invece il timoniere la tiene parallela alla corrente per mantenere la direzione e avere più spinta.
traghetto con la canoa canadese
Il traghetto non è una manovra di forza, ma una combinazioni di diverse variabili che ci aiutano ad attraversare il fiume in scioltezza con poca fatica.

Hai bisogno di aiuto?
Invia tramite WhatsApp
X